SPIRITO

ISPIRARE IL MONDO A ELEVARSI

Dom Pérignon si fonda su un impegno assoluto e irremovibile: ogni Millesimato riflette la singolarità di un'unica annata.


Attraverso ogni Millesimato, Dom Pérignon continua la sua perenne ricerca di un profondo ideale estetico: creare e rivelare l'Armonia di una natura in continua evoluzione.


Dom Pérignon non scende mai a compromessi, anche a costo di non dichiarare un'annata se non rispetta tale ideale creativo.

IL MITO DELLA FONDAZIONE



Nel 1668, Dom Pierre Pérignon, un giovane monaco benedettino, viene nominato procuratore dell'Abbazia di Hautvillers, sulle colline della Champagne.


Riuscendo a portare il suo vino alla fama come Champagne, Dom Pierre Pérignon incarna il mistico atto di creazione originale dello Champagne.


L'ambizione e l'eredità creativa di Dom Pierre Pérignon hanno ispirato la Maison fin dalla sua nascita e continuano a farlo.

VINCENT CHAPERON,
CHEF DE CAVE



Vincent Chaperon è diventato Chef de Cave di Dom Pérignon nel 2019, dopo tredici anni di apprendistato al fianco di Richard Geoffroy, storico Chef de Cave della Maison.


Per Vincent, la visione di Dom Pérignon – l’Armonia come fonte di emozione – è una vera e propria ragion d’essere. Questa visione attribuisce un significato alla sua ambizione creativa e lo guida nelle missioni che gli vengono affidate: reinventare lo Champagne ogni anno per sorprendere e incantare, trovando un equilibrio tra i vincoli imposti dall'annata e l'unicità di Dom Pérignon.


Ispirandosi alle origini della Maison, Vincent Chaperon perpetua l’ideale estetico di Dom Pérignon, coltivando il suo patrimonio creativo e infondendovi la propria esperienza e sensibilità.

"Dobbiamo conoscere intimamente i nostri vigneti e i nostri vini, dobbiamo coccolarli, imparare ad amarli per creare assemblaggi all'insegna dell’Armonia."