Lenny Kravitz crea 3 oggetti di design esclusivi in edizione limitata per Dom Pérignon

News

Indietro

Lenny Kravitz crea 3 oggetti di design esclusivi in edizione limitata per Dom Pérignon

Nominato Direttore Creativo di Dom Pérignon nel 2018, Lenny Kravitz esplora una nuova dimensione della sua collaborazione con la Maison di champagne: il ruolo di designer. Ispirato dall’atmosfera speciale che circonda la degustazione di champagne, Lenny Kravitz ha deciso di interpretare questa esperienza unica creando una collezione di tre oggetti di design disponibili a partire dal 2019.

Attraverso questa collaborazione, Lenny Kravitz ha nobilitato l’iconica bottiglia Dom Pérignon creandone un’edizione limitata con la superficie dell’iconico scudo lavorato con finitura forgiata a mano. Le bottiglie in edizione limitata sono disponibili per Vintage 2008 e per Rosé Vintage 2006.

L’ispirazione, nata dalla storia leggendaria di Dom Pérignon, non si è limitata a rielaborare il design della bottiglia. Lenny Kravitz ha anche creato un contenitore per la bottiglia Magnum che enfatizza la dualità e la funzionalità della collezione nel suo insieme: un cofanetto che si trasforma in un portacandele. Il portacandele, ispirato all’arte del Brutalismo, è foderato di velluto e rafforzato da una texture in ecopelle serpente che crea un’armonia idillicamente rivoluzionaria fra virilità e femminilità. Questa creazione contribuisce a nobilitare ulteriormente il rituale esclusivo della degustazione di Dom Pérignon. 

Il capolavoro della collezione è il tavolo da champagne. Il tavolo laccato nero con finiture in ottone spazzolato si apre per rivelare bottiglie di Dom Pérignon, bicchieri e un secchiello per il ghiaccio al centro. Lenny Kravitz aggiunge un nuovo capitolo alla sua visione condivisa di una storia di savoir-faire, nella quale ogni elemento conferisce un significato alla ricerca dell’eccellenza. Il design è fonte di emozioni e perpetua idealmente una storia che si rinnova con ogni degustazione.

“Volevo creare qualcosa che enfatizzasse il rituale della degustazione di Dom Pérignon, che riunisse le persone”.