Oenothèque 1990

AL PALATO

Una ricchezza penetrante, armoniosa e precisa, senza opulenza. Si impongono delle note persistenti di scorze di agrumi candite, per creare una miscela vigorosa e setosa.

AL NASO

Gli aromi complessi di caffè tostato e spezie legnose convergono rapidamente con note di zucchero d'orzo e scorza d'agrume essiccata.

La vendemmia 1990

Dopo una rapida fase di crescita particolarmente intensa della vegetazione, in aprile la regione della Champagne viene colpita da rigide gelate primaverili. Il freddo e la pioggia rendono difficile la fioritura. La fioritura scarsa e lo sviluppo irregolare degli acini sono compensati dall'elevato numero di grappoli e dall'ampiezza dei rami. Con l'estate arriva poi una lunga ondata di caldo, interrotta da abbondanti rovesci nei giorni precedenti la vendemmia (11 settembre). Il mosto presenta un'eccezionale composizione e una qualità omogenea in tutta la regione dello Champagne.

SELEZIONATI PER TE