Plénitude 2 1998

Plénitude 2

1998

Dom Pérignon elevated to its second life

Plénitude 2 esprime la seconda vita di Dom Pérignon, pazientemente e sapientemente elevato verso nuove vette di eccellenza e proiettato verso l’eternità.
Dopo quasi quindici anni di lenta trasformazione nelle cantine, l’energia di Dom Pérignon si espande e raggiunge l’apice di una vitalità essenziale e radiosa nel suo stato di Plénitude.
Elevato verso nuove vette, esso si manifesta in tutte le sue sfaccettature, divenendo più ampio, più lungo, più profondo, più intenso e impreziosito da un’ulteriore longevità.

PLENITUDE DEUXIEME
P2 1998

L'anno è caratterizzato da due eventi inusuali e contrapposti: temperature da record in agosto che bruciano i grappoli in maniera spettacolare, seguite da precipitazioni eccezionali nelle prime due settimane di settembre. La vendemmia viene ritardata, ma l'attesa è ricompensata dall'arrivo di un tempo miracolosamente mite. I grappoli sono sani e hanno raggiunto il picco di maturità.

AL NASO

Dopo aver respirato brevemente, il vino sfoggia un bouquet intenso, armonioso e luminoso: caprifoglio, frutti arancioni, mandorla tostata, note iodate.

AL PALATO

La sensazione di cremosità che distingue il millesimato si canalizza in un’onda avvolgente, dando vita a un’audace persistenza aromatica. Equilibrato e armonioso, il finale presenta note affumicate, pungenti ed energetiche.

ABBINAMENTI CULINARI

Abbinare il caviale al Dom Pérignon è una scelta obbligata.
Il caviale esalta la precisione, la profondità e la maturità del P2 1998, frutto di ulteriori anni di elaborazione nelle cantine Dom Pérignon.
Il caviale è un elemento al contempo scuro e luminoso: nero, ma brilla in trasparenza. Il caviale traspone l’energia del Dom Pérignon P2 1998.
Il P2 esalta i tratti fondamentali del vino. Sottolinea la corposità e il dualismo di luce e oscurità del 1998.
RICHARD GEOFFROY
EX CHEF DE CAVE DOM PÉRIGNON

SELEZIONATI PER TE