Rosé 1990

AL PALATO

In attacco una sensazione di pienezza, una combinazione di ampiezza, solidità e rotondità. Poi tutte le sensazioni convergono in un tutto persistente, perfettamente integrato, levigato e preciso.

AL NASO

Gli di pan di spezie e anacardi si fondono rapidamente con i fichi secchi e le scorze di arancia candite, culminando in una nota leggermente affumicata.

ALLA VISTA

Rosa ramato con riflessi arancio.

La vendemmia 1990

Dopo una rapida fase di crescita particolarmente intensa della vegetazione, in aprile la regione della Champagne viene colpita da rigide gelate primaverili. Il freddo e la pioggia rendono difficile la fioritura. La fioritura scarsa e lo sviluppo irregolare degli acini sono compensati dall'elevato numero di grappoli e dall'ampiezza dei rami. Con l'estate arriva poi una lunga ondata di caldo, interrotta da abbondanti rovesci nei giorni precedenti la vendemmia (11 settembre). Il mosto presenta un'eccezionale composizione e una qualità omogenea in tutta la regione dello Champagne.

SELEZIONATI PER TE