Vintage 2008

Vintage

2008

L'armonia perfetta

Dom Pérignon crea solo Champagne Millesimati, elaborati dalle migliori uve selezionate in una singola annata.
Non smette di reinventarsi, per interpretare sempre al meglio il carattere esclusivo di ogni stagione. Rifiuta i compromessi, rinunciando alla creazione del Millesimato quando la vendemmia non è all’altezza.
Dopo un’elaborazione di almeno otto anni, il vino raggiunge un equilibrio perfetto, la più bella promessa della Maison. Questo è Dom Pérignon Vintage, la Plénitude dell’Armonia.

2008: UN MIRACOLO DELLO CHAMPAGNE

Il 2008 è un anno dominato da cieli grigi e velati: un’eccezione rispetto al resto del decennio, caratterizzato da una prevalenza di tempo bello e generosamente soleggiato. Proprio mentre ha inizio la vendemmia, le condizioni meteo sono finalmente perfette: cieli azzurri e venti di nord e nord-est persistenti. L’uva è più matura del previsto e presenta un equilibrio veramente straordinario. Le viti sono in perfetta salute.

All’acidità corroborante, all’essenzialità e alla purezza aromatica, caratteristiche tipiche del vintage del 2008, Dom Pérignon aggiunge profondità, densità e complessità. La luminosità è più calda e meno penetrante.

AL NASO

L’attacco del bouquet è complesso e luminoso: un mix di fiori bianchi, agrumi e frutti con nocciolo. L’effetto complessivo è enfatizzato dalla freschezza dell’anice e della menta appena tritata. Gli aromi finali offerti dal vino iniziano a rivelare note speziate, legnose e tostate.

AL PALATO

Dopo un lungo periodo di reticenza, il vino finalmente rivela appieno la sua personalità,  caratterizzata da un equilibrio completo fra naso e palato. Il suo carattere fine, minimalista, puro, tonico e vigoroso si esprime infine anche attraverso note più calde. Il frutto è chiaro e pronunciato. L’acidità tipica del millesimato è decisamente ben integrata. La sua persistenza è principalmente aromatica, austera, fumé e particolarmente promettente.

ABBINAMENTI CULINARI

Un vino che offre dualismo: calore e freschezza, abbinamenti di carne e note iodate, piatti cucinati o crudi. Le spezie esaltano e valorizzano l’effervescenza del 2008 e aumentano la densità del vino. Dom Pérignon è l’alleato delle sperimentazioni ludiche: arte culinaria, texture e materie.

Dom Pérignon presenta il Vintage 2008, un vino libero dall’interpretazione eccessivamente rigorosa dei canoni dello champagne.
RICHARD GEOFFROY
CHEF DE CAVE DOM PÉRIGNON

Dom Pérignon nomina
Vincent Chaperon Chef de Cave

Il 1° gennaio 2019 Vincent Chaperon diventerà lo Chef de Cave di Dom Pérignon. Succederà a Richard Geoffroy, con cui ha lavorato fianco a fianco dal 2005. Questo passaggio è un momento storico per Dom Pérignon, un simbolo concreto della tradizione. 

Dom Pérignon Vintage 2008 Chef de Cave Legacy Edition celebra la successione senza soluzione di continuità da Richard Geoffroy a Vincent Chaperon.